Image Alt

Brick Costruzioni

EFFICIENZA ENERGETICA NELLE SCUOLE: UNA GUIDA PER RIDURRE I CONSUMI

Recentemente è stata realizzata una guida per migliorare l’efficienza energetica nelle scuole, in altre parole, sono stati stati stilati dei punti che aiutano a ridurre i consumi negli edifici scolastici. Queste preziose indicazioni, pubblicate da Enea e dalla Struttura di missione per l’edilizia scolastica della presidenza del Consiglio dei Ministri, incentivano l’utilizzo dei fondi green a disposizione. Convertire un edificio esistente in una struttura sostenibile si basa, quindi, sull’impiego delle nuove tecnologie innovative, anche se il primo passo da fare è sicuramente quello di analizzare lo status degli impianti attuali: l’involucro edilizio, impianti elettrici, produzione e distribuzione di energia termica. La diagnosi energetica è essenziale prima di iniziare un qualsiasi intervento di aggiornamento, anche per valutarne i costi e i benefici.

In generale, per contribuire all’efficienza energetica nelle scuole bisogna prendere in considerazione degli elementi chiave.

Il primo aspetto da considerare è l’involucro ad alte prestazioni energetiche. Un maggior isolamento delle pareti, del solaio a terra e di copertura, infatti, diminuisce la perdita di calore in inverno e aiuta ad aumentare il confort. Nella stagione estiva, al contrario, esistono alcuni accorgimenti per il raffreddamento degli ambienti: parete esterne di colore chiaro, tetti bianchi e sistemi di schermatura solare sono solo alcuni spunti per risparmiare sulle spese di climatizzazione.

Anche un miglior utilizzo della luce naturale aiuta a migliorare l’efficienza energetica nelle scuole. Installare finestre ad alte prestazioni permette di ridurre al minimo il calore nel mesi estivi e di evitare dispersioni di calore in quelli più freddi.

Un investimento più impegnativo, che col tempo rappresenta un investimento redditizio, riguarda l’illuminazione: sarebbe auspicabile l’utilizzo di un sistema a LED, corpo illuminante o lampada che possa modulare automaticamente i livelli di luce necessaria. Altre migliorie sono senz’altro i sensori di presenza che spengono la luce laddove non ci sia nessuno a usufruirne.

La scelta degli impianti di climatizzazione e ventilazione è importante poiché ha una ricaduta diretta sui costi dei esercizio e manutenzione. Un sistema automatico consente la regolazione della temperatura e l’ottimizzazione del confort negli spazi.

La vera sfida per l’efficienza energetica nelle scuole è l’utilizzo di sistemi alimentati a energia rinnovabile. Biomasse per la climatizzazione, fotovoltaico ed eolico per l’illuminazione, il solare termico per la produzione di acqua sanitaria: sono solo alcuni esempi per integrare la fornitura di energie elettrica e termica dell’edificio.

Un altro argomento fondamentale è il sistema di raccolta dell’acqua piovana. Tale modalità consente di riutilizzare l’acqua per i sanitari o per l’irrigazione del giardino: stiamo parlando di una riduzione dei costi di circa il 50%.

In ogni caso, tutti gli interventi mirati all’efficienza energetica nelle scuole devono rispettare tutte le norme che riguardano la sicurezza e la stabilità degli edifici.
Esistono infine dei fondi europei e degli incentivi statali per le strutture scolastiche che decidono di fare questi lavori.

Se sei interessato, contattaci per una consulenza e un preventivo.

d
Sed ut perspiclatis unde olnis iste errorbe ccusantium lorem ipsum dolor