Image Alt

Brick Costruzioni

I NUOVI FONDI DELL’EDILIZIA SCOLASTICA

Qualche tempo fa vi avevamo parlato di efficienza energetica nelle scuole, ovvero vi avevamo fornito alcuni accorgimenti per ridurre i consumi in questi edifici. Oggi, invece, l’argomento riguarda i nuovi fondi dell’edilizia scolastica. Dal 2017, infatti, verranno stanziati ben 1,7 miliardi di euro in più per tutti quei lavori strutturali: serviranno a sistemare i controsoffitti, a rifare gli intonaci, a cambiare banchi e complementi di arredo. È una buonissima notizia per le scuole italiane, derivante dal recupero di risorse della legge di Stabilità.

Questi fondi dell’edilizia scolastica vengono destinati alla manutenzione e alla messa in sicurezza dello stabile. Dagli ultimi rapporti e statistiche condotti da Cittadinanzattiva e da Legambiente, risulta infatti che le scuole d’Italia non sono totalmente sicure. Basti pensare che il 39% di questi immobili ha uno stato di manutenzione mediocre o pessima; il 21% ha una facciata esterna che presenta lesioni strutturali; altre mostrano i segni del tempo e del degrado nei corridoi e nelle palestre. Solo una scuola su tre ha vetrate che rispettano le norme vigenti di sicurezza ed è già un gran risultato se si pensa alle porte antipanico, le quali sono assenti per circa il 74% delle aule.

I nuovi fondi dell’edilizia scolastica rappresentano una ventata di ossigeno e di opportunità. Il Miur ha addirittura lanciato una app per monitorare lo stato dei lavori, per verificare i finanziamenti assegnati e come vengono spesi: uno strumento pensato anche per i cittadini che possono attivamente inviare segnalazioni sugli interventi in corso.
Inoltre, è stato recentemente lanciato un concorso per la costruzione di 52 nuove #scuoleinnovative: edifici pensati per un vivere sostenibile, con aree verdi e dall’alta prestazione energetica. Questo concorso vuol creare delle realtà accoglienti da usufruire anche in orario extrascolastico: dei centri fondamentali per riqualificare il patrimonio sociale. Il bando è rivolto a architetti, ingegneri e studi professionali e sarà online su www.scuoleinnovative.it fino al 30 agosto.

Se volete partecipare o avete bisogno di un partner per la costruzione di edifici scolastici, contattateci.

d
Sed ut perspiclatis unde olnis iste errorbe ccusantium lorem ipsum dolor