Image Alt

Brick Costruzioni

GLOSSARIO DEI TERMINI PIÙ USATI IN EDILIZIA

Devi ristrutturare un edificio o hai bisogno di un preventivo ma non sai con esattezza i significati dei termini del settore? Niente paura: è normale non conoscere le definizioni delle parole usate nell’edilizia. Ecco perché abbiamo preparato uno strumento utile da utilizzare per entrarci in contatto: grazie al nostro glossario dei termini più usati in edilizia potrai capire descrizioni tecniche e comunicare senza problemi con gli addetti ai lavori. Si tratta senza dubbio di un linguaggio nuovo, un giubbetto di salvataggio per dialogare con architetti, ingegneri, impiantisti o rivenditori di materiali.

Il nostro glossario dei termini più usati in edilizia inizia da una parola che sentiamo molto spesso: “agibile”. Si riferisce infatti a un edificio che risponde alle norme vigenti in materia d’igiene e conformità dell’opera al contenuto del titolo abitativo edilizio.  Per “ambiente”, in urbanistica, si intende uno spazio fisico considerato ai fini insediativi; può essere antropico quando i fattori naturali si sono storicamente sommati all’azione umana; urbano quando la trasformazione dello spazio, in una determinata porzione di territorio, ha determinato concentrazione e tipo insediativo caratteristici della città.

Anche “cartografia” rientra a pieno titolo nel nostro glossario dei termini più usati in edilizia. È l’insieme dei rilievi grafici convenzionali, eseguiti con tecnica varia, di uno spazio. Può riguardare l’altimetria, la distribuzione dei vari servizi a rete, la vegetazione, le infrastrutture, gli usi del suolo, gli elementi geologici, la popolazione, le attività.

L’insieme di effetti sull’ambiente delle modifiche indotte da trasformazioni d’uso (residenziali e produttive) viene definito come “impatto ambientale”. Assume connotati sia fisici che socioeconomici, che possono essere giudicati con la procedura tecnica-decisionale della “Valutazione di Impatto Ambientale” (VIA). Quest’ultimo è l’analisi e il giudizio degli effetti effetti ambientali, sociali, produttivi di una trasformazione introdotta dall’uomo. Si articola in una analisi tecnico-scientifica sui costi e benefici di un’opera o iniziativa (bilancio di impatto ambientale), e in una decisione di carattere politico. È obbligatoria per tutti gli interventi riguardanti la pianificazione e lo sviluppo del territorio suscettibili di determinare un impatto significativo e rilevante.

Chiudiamo il nostro glossario dei termini più usati in edilizia con “restauro” e “ristrutturazione”. Il primo consiste nel ripristino, nel rispetto delle caratteristiche originarie e di funzionalità, di monumenti, edifici, insiemi edilizi, a contenuto storico artistico. Si attua con criteri scientifici, valutando gli elementi tipologici, strutturali e formali. Il secondo racchiude tutte le attività di trasformazione dell’edificio che possono portare a un assetto differente da quello originario, con inserimento di nuovi elementi e impianti.

d
Sed ut perspiclatis unde olnis iste errorbe ccusantium lorem ipsum dolor